La curva …

La curva della tua schiena è un pensare impronunciabile anche per l’amore.

Tua arte, tua parte, l’audacia con la quale respiri è un delicato colore di petali.

Se tu potessi fermare adesso l’incontrollabile, se tu potessi insegnarmi a non sognare mai più, cosicché la posa ragionasse di ragione e i gesti tra le stelle diverrebbero soltanto inutili luci, dimmelo ancora una volta! Vita mia, tu, cosa puoi fare con queste lacrime di gioia che non perdonano rimpianti?

(Gianluca Nadalini)

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *