Mentre …

Mentre trattengo ancora un po’ questo risveglio, questo mattino da “sabato del villaggio”, questo sole leggero che si appoggia alle mie uniche 3 piantine sul davanzale, penso a quanto sia difficile ascoltare Amy Winehouse mentre leggo Leopardi, penso a quanto sia difficile accettare la poesia, penso che vorrei cantare Moon River insieme ad Audrey Hepburn (poi farci anche l’amore) penso a quanto sia difficile ricominciare e riappropriarsi di un mattino da accarezzare.

Ma siamo tutti altri tanti e molti altri troppi uno, solitari o presunti tali.

“Che belle le mie tre piantine”.

(Gianluca Nadalini)